Chiamaci subito! +39 06.4464917

10 cose da non perdere a Roma

Mar, 04 Novembre 2014

10 cose da non perdere a Roma

Roma è una delle città più belle al mondo e una delle più ricche capitali europee. Sono così tante le attrazioni e i monumenti da scoprire che diventa praticamente impossibile riuscire a visitarli tutti in pochi giorni. Città dal glorioso passato, Roma è una sorta di museo a cielo aperto dove ogni angolo, chiesa e piazza nasconde segreti e storie.

Ecco a voi le 10 cose da non perdere assolutamente per poter dire di aver visto veramente la Città Eterna.

Colosseo

Simbolo per eccellenza della città con i suoi duemila anni di storia scolpiti nella pietra, il Colosseo è il monumento più famoso di Roma antica. Riconosciuto come una delle nuove sette meraviglie del mondo ed inserito tra i Patrimoni dell'Umanità Unesco, il Colosseo fu eretto nel I secolo d. C. per volere degli imperatori della dinastia flavia e poteva contenere circa cinquantamila spettatori. In alcuni periodi dell’anno è anche possibile scendere nel ventre del monumento, negli ambienti che conservano le condizioni in cui erano alla fine del V secolo d.C., quando furono interrati.

  

Fori Imperiali

A pochi passi dal Colosseo si trovano i Fori Imperiali, un'area archeologica tra le più affascinanti di Roma e non solo. Visitando i Fori si ha un’idea di come era la vita della città nell'antichità, infatti, accolgono una serie di piazze monumentali edificate tra il 46 a.C. e il 113 d.C. Sono cinque i complessi monumentali che formano i Fori Imperiali: il Foro di Cesare, il Foro di Augusto, il Foro della Pace, il Foro di Nerva e il Foro di Traiano, il più grande dei Fori.

   

Altare della Patria

Conosciuto anche con il nome di Vittoriano, l'Altare della Patria è un maestoso monumento eretto in onore del re Vittorio Emanuele II, primo re d'Italia e padre della patria. Situato in Piazza Venezia, sul Campidoglio, il Vittoriano fu realizzato su progetto dell'architetto Giuseppe Sacconi, il quale si ispirò per la sua realizzazione ad esempi greci e latini classici. All’interno si trova il Sacrario delle Bandiere, dove sono conservate bandiere di guerra e una serie di cimeli relativi sempre alla guerra.

 

Terme di Caracalla

Considerate già in età romana una delle sette meraviglie di Roma, le Terme di Caracalla o Antoniniane rappresentano uno dei più grandi e meglio conservati complessi termali dell’antichità. Le Terme furono progettate e incominciate dall’imperatore Settimio Severo, ma furono completate nel 216 d.c. dal figlio Marco Aurelio Antonino Bassiano detto Caracalla sul modello di analoghe costruzioni del II secolo. La bellezza di questi resti sta nel fatto che essi sono giunti a noi così come i romani le vedevano.

 

Pantheon

Costruito tra il 118 e il 125 d.c. sui resti di un precedente tempio dall'imperatore Adriano come tempio di tutti gli dei, il Pantheon è il monumento romano con il maggior numero di primati: è il meglio conservato; ha la cupola in muratura più grande di tutta la storia dell'architettura; ed è l’opera dell’antichità più imitata. Del Pantheon si ammirano la perfezione e la simmetria tipicamente classiche. L'edificio accoglie le spoglie dei re d’Italia e del sommo artista rinascimentale Raffaello Sanzio.

  

Basilica di S. Pietro

Simbolo universale della cristianità e punto di arrivo di milioni di fedeli ogni anno, la Basilica di S. Pietro fu eretta intorno al 320 dall’imperatore Costantino nel luogo dove, secondo la tradizione, era stato sepolto l’apostolo Pietro. Nel corso dei secoli e sotto diversi pontificati, hanno partecipato alla sua realizzazione grandi artisti quali Bramante, Giuliano da San Gallo, Raffaello, Michelangelo, Giacomo Della Porta, Domenico Fontana, Carlo Maderno e Gian Lorenzo Bernini. La basilica custodisce un gran numero di capolavori, tra i quali spicca la Pietà di Michelangelo, opera che stupisce da secoli per tecnica ed emotività.

  

Fontana di Trevi

Celebre in tutto il mondo per la sua straordinaria bellezza, la Fontana di Trevi rappresenta una delle mete turistiche più visitate della città. Inaugurata nel 1735, la fontana, che appartiene al tardo barocco, è caratterizzata: da un grande arco con lo stemma di Clemente XII; dalla statua di Oceano, trainato su un cocchio a forma di conchiglia da cavalli marini guidati da Tritoni; e ai lati dalle statue della Salubrità e dell'Abbondanza. Vi sono diverse leggende legate a questo monumento ma la più celebre è quella del lancio della monetina. Secondo la leggenda, per chi getta una moneta nella fontana, mettendosi di spalle con gli occhi chiusi e con la mano destra sulla spalla sinistra, il ritorno a Roma è garantito.

 

Piazza di Spagna

Splendido fondale alla via dei Condotti, Piazza di Spagna è una delle più famose piazze di Roma. L’elegante piazza, che deve il suo nome al palazzo di Spagna, sede dell'ambasciata dello stato iberico presso la Santa Sede, è sovrastata dalla splendida e monumentale scalinata di Trinità dei Monti, che collega Piazza di Spagna con la chiesa della Trinità dei Monti. Caratterizzata da un’atmosfera raffinata e settecentesca, la piazza presenta al centro la Fontana della Barcaccia realizzata da Pietro Bernini e dal figlio, il celebre Gian Lorenzo Bernini.

 

Piazza Navona

Considerata una delle piazze più belle ed eleganti della città, Piazza Navona fu costruita per volontà di papa Innocenzo X sul sito dell’antico stadio di Domiziano. Simbolo della Roma barocca, la piazza è ricca di pregevoli opere ed edifici quali: la Fontana dei Quattro Fiumi realizzata da Gian Lorenzo Bernini; la Fontana del Nettuno e la Fontana del Moro, opere di Giacomo della Porta; la chiesa di Santa Agnese in Agone; e il Palazzo Braschi dove ha sede il Museo di Roma. Inoltre, la piazza è un punto di ritrovo per romani e turisti, che si intrattengono nei molti caffè.

  

Musei Vaticani

Nati dal mecenatismo dei papi, i Musei Vaticani sono uno dei complessi museali più importanti al mondo. Al suo interno è conservata una delle più belle collezioni di pittura e scultura del pianeta, oltre a molte altre opere dell’ingegno umano. I Musei comprendono insigni monumenti artistici come la Cappella Sistina, la Cappella del Beato Angelico, le Stanze e la Loggia di Raffaello e l’Appartamento Borgia. Di particolare interesse la Pinacoteca, dove sono esposti capolavori di Giotto, Beato Angelico, Caravaggio, Pinturicchio, Raffaello, Leonardo da Vinci, Tiziano e Guido Reni, solo per citarne alcuni.


Scroll to Top