Chiamaci subito! +39 06.4464917

Passeggiata tra le Fontane di Roma

Mar, 16 Dicembre 2014

Passeggiata tra le Fontane di Roma

Il rapporto dei Romani con l’acqua è particolare e duraturo nel tempo, basti pensare che l'acqua era l'elemento centrale della socialità dell'antica Roma che si incontrava alle terme. L’acqua e le fontane fanno parte del patrimonio artistico e culturale di Roma, infatti, nel corso del tempo sono stati diversi gli uomini di potere che hanno preferito tale oggetto di arredo urbano per tramandare il proprio nome. Nessuna città al mondo può vantare un numero uguale di fontane come Roma. Addirittura il poeta inglese Percy Bysshe Shelley diceva: "Bastano le fontane per giustificare un viaggio a Roma". L’itinerario guida il visitatore alla scoperta delle più belle ed importanti Fontane di Roma.

Fontana delle NaiadiLa nostra passeggiata tra le fontane capitoline inizia dalla Fontana delle Naiadi collocata al centro di piazza della Repubblica. Considerata la più bella tra le fontane moderne di Roma, la suggestiva opera scultorea ha una figura maschile al centro, il Glauco, che stringe un delfino, simboleggiante il dominio dell'uomo sulla forza naturale, ma è chiamata così per le statue bronzee e nude delle Naiadi che la circondano. La passeggiata prosegue in piazza Barberini, dove si trova la Fontana del Tritone, opera di Gian Lorenzo Bernini iniziata e portata a termine tra la fine del 1642 e la prima metà del 1643. La fontana, che è stata sottoposta a diversi interventi di conservazione e restauro nel corso del tempo, è abbellita con quattro delfini che sorreggono un Tritone che soffia l'acqua da una conchiglia.

BarcacciaDa piazza Barberini si prosegue fino a Trinità dei Monti, dove, ai piedi della celebre scalinata di piazza di Spagna, è possibile ammirare la splendida fontana di Pietro Bernini, la Barcaccia. La fontana, realizzata tra il 1626 e il 1629 per volontà di papa Urbano VIII Barberini, è un’opera più scultorea che architettonica. La singolare vasca a forma di barcone raccoglie l’acqua che fuoriesce da due grandi soli e quella che zampilla da un piccolo catino centrale. Tornando verso via del Tritone, è d’obbligo una visita alla monumentale Fontana di Trevi, la più grande ed una fra le più note fontane di Roma. La famosa fontana in stile rococò fu iniziata da Nicola Salvi nel 1732 e completata nel 1762 da Giuseppe Pannini. Al centro si trova una grande statua del dio Oceano, trainato su un cocchio a forma di conchiglia da cavalli marini guidati da Tritoni. Ai lati della divinità si possono ammirare le statue della Salubrità e dell'Abbondanza.

Fontana delle TartarugheLa passeggiata prosegue in direzione dell'antico ghetto ebraico, dove, nella piccola piazza Mattei, si trova la cosiddetta Fontana delle Tartarughe, un piccolo gioiello e una splendida sorpresa in uno degli angoli più pittoreschi e ricchi di storia a Roma. Realizzata tra il 1581 ed il 1588 su progetto di Giacomo della Porta con le sculture del fiorentino Taddeo Landini, la fontana è un raffinato manufatto in marmo e bronzo con al centro gli efebi che rovesciano l'acqua da quattro delfini in altrettante conchiglie e che con le mani sostengono quattro tartarughe. A questo punto, l’itinerario riprende alla volta di piazza Navona, dove si trova la bellissima Fontana dei Quattro Fiumi, uno dei massimi capolavori di Gian Lorenzo Bernini. La fontana, portata a termine nel 1651, è così chiamata perchè rappresentante i quattro continenti allora conosciuti attraverso i loro fiumi più importanti: il Danubio, il Gange, il Rio della Plata e il Nilo. Infine, l’ultima tappa della passeggiata è la Fontana dell'Acqua Paola in Via Garibaldi, nota anche come il Fontanone del Gianicolo. Il semicerchio della fontana affaccia su una terrazza panoramica da cui è possibile godere di una meravigliosa vista su Roma.


Scroll to Top